Traduire par Google:  
Confesercenti Emilia Romagna
Vous-êtes à  |  Confesercenti Emilia Romagna  |  Actualités détail

Confesercenti Emilia Romagna

Actualités

19.06.2013
Confesercenti E.R. lancia l'allarme desertificazione urbana: tra aperture e chiusure, meno 850 negozi nella nostra regione nei primi quattro mesi di quest'anno


Lo scenario prefigurato fra dieci anni, se la tendenza rimane quella odierna, non è certo confortante: negozi chiusi e città sempre più deserte.

E’ l’allarme lanciato da Confesercenti sulla base dell’Osservatorio sui primi quattro mesi di quest’anno, se non si scongiura l’aumento dell’Iva e se non si interviene immediatamente con soluzioni strutturali capaci di far ripartire l’economia nazionale.

In questo difficile quadro, è coinvolta, purtroppo, anche la nostra regione.

La mortalità delle imprese del commercio al dettaglio in Emilia Romagna, nel primo quadrimestre 2013, registra 432 aperture contro 1282 cessazioni, con un saldo tra aperture e chiusure di -850 negozi.

Conforta il fatto che tra le cinque città che hanno registrato i dati più negativi ( Roma, Napoli, Torino, Palermo e Milano) non figurano quelle della nostra regione. Ciò non toglie, tuttavia, la gravità del dato.

“Ancora numeri negativi per le imprese del commercio e del turismo in Emilia Romagna – afferma Stefano Bollettinari, direttore di Confesercenti E.R – che insieme a quelli diramati nei giorni scorsi dalla sede di Bologna della Banca d’Italia fanno presagire ancora un anno travagliato per il nostro settore e per l’economia regionale. Nel commercio al dettaglio per ogni negozio che apre, ne chiudono tre e si va verso un impoverimento complessivo non solo delle imprese, ma anche dell’occupazione e del servizio al consumatore nel territorio; le prossime batoste fiscali faranno il resto a partire da Iva, Imu e Tares. Se non si inverte immediatamente direzione, abbassando la pressione fiscale, riducendo la spesa pubblica improduttiva e incentivando concretamente l’occupazione, la situazione non cambierà. E’ assolutamente necessario ridare agli operatori economici che rischiano in proprio, speranza e fiducia per il futuro”.

liaisons:
Unions de Classes Moyennes Confesercenti Emilia Romagna Associação Comercial e Industrial de Barcelos Fundació Barcelona Comerç Commerçants de France
© Design: dommia
Vitrines d'Europe
C. Ferlandina 25
08001 Barcelona
Tel. +34 934.436.349
Mentions légales  |  Sitemap  |  Contact  |  RSS
Web Design
Dommia Soluciones Internet
c/ Lepant, 326, Entlo. 1, Desp. 2
08025 - Barcelona
Tel. 902 024 678 | +34 936 241 455
Portfolio: www.dommia.cat